Frutta Secca · How to · nocciola

Pralinato di Nocciole

Eccomi qui a cercare di combattere il blocco della pagina bianca. D’altronde è un po’ di tempo che non ci si vede da queste parti e mi sento fuori allenamento.
Magari qualcuno di voi si è accorto che sono sparita per un po’. Diciamo che mi sono presa un periodo sabbatico dal blog perché nel frattempo sono successe un po’ di cose:  da una parte avevo la necessità di concentrarmi completamente sulla mia laurea, che ormai avevo in ballo da un po’ di tempo e sapevo che se non mi fossi imposta un allontanamento forzato anche da qui, non avrei più portato a termine (e finalmente ce l’ho fatta!); dall’altra invece il mio tempo libero si è un pochino dimezzato perché…rullo di tamburi… ho iniziato a lavorare! E vi dirò di più: in una pasticceria! E vi dirò ancora di più: non come lavapiatti, ma come pasticcera!!
Ebbene sì, ormai non sono solo la vostra amica pasticciona virtuale, ma mi posso dare un certo tono di professionalità…più o meno  (non vi preoccupate, sono sempre io, mi capita ancora di bruciare qualche teglia di biscotti).

Detto ciò, sono tornata con un qualche ricetta che mi gironzolava per la testa e che avevo voglia di condividere con voi. Ad esempio, oggi vi voglio far conoscere una preparazione base davvero golosa che può aiutarvi a dare un sapore unico ai vostri dolci: il Pralinato di Nocciole.
Ma iniziamo a spiegarvi che cosa sia e a cosa serva.

Il pralinato è una crema densa, o pasta, di frutta secca caramellata e viene utilizzata per insaporire creme, per farcire i cioccolatini (magari unita a della ganache al cioccolato al latte), ma secondo me può essere aggiunta anche ad alcuni impasti o ai semifreddi, per attribuire un sapore decisamente particolare ai vostri dolci.
All’inizio credevo si trattasse di uno di quegli ingredienti da dover per forza acquistare, ma quando ho scoperto come veniva fatto ho pensato che sarebbe stato facile poterselo preparare da soli, soprattutto perché con le mie Nocciole Caramellate ero già a metà strada. Infatti non dovrete far altro che prepararle e poi frullarle, niente di più semplice.

pralinato.jpg


Ingredienti:
100gr di Nocciole sbucciate*
100gr di Zucchero Semolato
2/3 cucchiai d’Acqua

*Potete utilizzare la frutta secca che preferite: mandorle, arachidi, noci pecan, oppure un mix. Inoltre se volete potete aggiungere anche un pizzico di polvere di vaniglia per aromatizzarla ulteriormente.


  • Inizialmente bisogna procedere esattamente come per fare le Nocciole Caramellate: per prima cosa preparate tutto il necessario, perché quando si lavora con il caramello bisogna essere veloci. Vi servirà una padella, un mestolo di legno o in silicone e una teglia foderata con carta forno.
  • Mettete nella padella le nocciole, lo zucchero e l’acqua. Accendete la fiamma a fuoco medio e ogni tanto muovete la padella in modo che le nocciole non si brucino
  • Dopo qualche minuto lo zucchero inizierà a sciogliersi e si formerà uno sciroppo trasparente. Quando inizierà a bollire abbassate la fiamma e con il mestolo iniziate a mescolare di tanto in tanto.nocccaramel1
  • Ora è un momento delicato e all’inizio penserete di aver combinato un casino..non preoccupatevi quello che succederà è normale: l’acqua inizierà ad evaporare e lo zucchero formerà dei grumi e diventando sabbioso. Non abbiate paura e continuate a mescolare.
  • Noterete che lo zucchero si scioglierà nuovamente e infine inizierà a imbrunirsi. Continuate a mescolare in modo da ricoprire le nocciole per bene di caramello. Quando avrà raggiunto un bel colore ambrato versate le nocciole sulla teglia coperta da carta da forno e lasciatele raffreddare completamente (non vi venga in mente di assaggiarle ora, perché vi ustionereste!).

nocccaramel

  • Una volta che le nocciole caramellate si saranno raffreddate, mettetele in un un robot da cucina con le lame e iniziate a tritarle. Continuate fino a che non usciranno gli olei e si formerà una bella crema. pralinatocollage.jpg
  • A questo punto decidete che consistenza volete ottenere. Io di solito la lascio con dei pezzettini che la rendono un po’ croccante, in particolar modo quando la preparo per farcire i cioccolatini, ma se preferite ottenere una pasta liscia, continuate a tritarla ancora per qualche minuto.
  • Mettete il pralinato in un vasetto di vetro sterilizzato e conservatela in frigorifero.

DSC_2313

Con questi semplici passaggi potete avrete a disposizione un ingrediente che renderà speciali i vostri dolci e vi svelerò un segreto: è buonissima anche da sola! Infatti in teoria si dovrebbe conservare per mesi e mesi, ma io non ci sono mai riuscita!

In tutto ciò ne approfitto per ringraziare Giulia di Confetti Mood (mi raccomando passate sul suo blog e sulla sua pagina Instagram), che mi ha regalato un bellissimo tagliere personalizzato (pirografato proprio da lei) e che ho voluto subito inaugurare con la nuova ricetta ❤


Se hai provato la ricetta e vuoi farmi vedere le tue creazioni
pubblica la foto su Instagram e tagga @latortasilviablog
o usa l’hastag #latortasilvia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.