Avena · cocco · Mandorla · Merenda

Granola Bars al Cocco e Mandorle

Disclaimer: Scrivo questo post dopo essere tornata dalla prima corsa dell’anno quindi vi chiedo scusa per i deliri che seguiranno. Spero nella vostra massima comprensione…

(Introduzione del post da leggere con questo sottofondo)

Finalmente si avvicina la primavera. Le giornate iniziano ad allungarsi, si vedono i primi boccioli sugli alberi e anche qualche piccolo fiore spunta timidamente. Il sole prende il sopravvento sulla pioggia, ma è accompagnato da quel venticello che rende l’aria frizzante e il cielo limpido.
Infine ci siamo noi, o per lo meno quelli come me, che sbadigliando e stiracchiandosi iniziano ad uscire dalle loro tane. Abbiamo passato un lungo inverno di letargo a riempirci di cioccolate…torte..biscotti..insomma con quel freddo non vorrete pretendere che non si accenda il forno. E poi è colpa delle feste che una dopo l’altra ci fanno mangiare e che quando sono finite continuano a comparire avanzi da chissà dove!
Lo sappiamo bene che a inizio anno ci siamo ripromessi di iscriverci in palestra e di seguire il corso di crossfit, zumba, gag… ma poi il richiamo del divano e del plaid è stato troppo forte.
Ma ora siamo usciti dal letargo e cosa c’è di meglio se non mettersi in forma con una bella corsetta?
Allora sarà proprio in questo periodo che potrete osservarci in tutto il nostro splendore, con le nostre maglie sgargianti, i nostri pantaloncini attillati (forse un po’ troppo) e le fasce in testa con quei colori che fanno invidia agli anno ’80 (solo a me fanno male le orecchie mentre si corre?).

Proprio così nasce la necessità di preparare uno spuntino non troppo “ciccioso” per non buttare all’aria tutti gli sforzi che faccio cercando di “correre” tra uno sbofonchiamento e l’altro. Infatti io sono super golosa e ci metto poco a cadere in tentazione. Allora  ho dovuto trovare un escamotage per placare il mio istinto da “Procione che fruga nel frigorifero” e ho pensato di provare a fare delle barrette di fiocchi d’avena, ma con la consistenza simile alla granola al sapore di cocco e con le mandorle (due ingredienti che amo!)

granolabarscoccomandorla

Ingredienti per 10 Barrette

100gr di Farina di Riso
200 gr di Fiocchi d’Avena
70gr di Cocco in scaglie o in farina
70 gr di Mandorle
40gr di olio di Cocco*
120gr di Sciroppo d’Agave

L’ho utilizzato proprio per intensificare il sapore di cocco, oltre al fatto che è sicuramente adatto per chi fa allenamento perché stimola il metabolismo. Potete tranquillamente sostituirlo con la stessa quantità di olio di semi o d’oliva, l’importante e che sia delicato.

  • In questo periodo l’olio di cocco è ancora solido, perciò dovete farlo tornare allo stato liquido. Con l’aiuto di un cucchiaio mettete l’olio di cocco in un ciotolino e fatelo scaldare a microonde per meno di un minuto. Se preparate la ricetta in estate questo passaggio non sarà necessario.

oliodicocco.jpg

  • Nel frattempo mettete i fiocchi d’avena e la farina di riso in un mixer. Tritateli per qualche secondo grossolanamente in modo che non tutti i fiocchi si polverizzino, ma che allo stesso tempo i due ingredienti si mischino bene.
  • In una ciotola versate il contenuto del mixer e unitevi le mandorle tagliate grossolanamente. Aggiungete il cocco, se come me usate quello in scaglie sbriciolatelo tra le mani e riponetelo all’interno della ciotola.
  • Versatevi l’olio di cocco e lo sciroppo d’agave e amalgamate il tutto usando le mani, perché con una spatola o con un cucchiaio non riuscireste. Dovrete inumidire tutta l’avena e si formeranno dei grumi con la farina di riso. L’importante e che non ci siano parti asciutte.

granolabarsimpasto.jpg

  • Foderate una teglia con la carta forno e versatevi il composto.
  • Dovete compattare la granola premendola il più possibile in modo che non rimangano troppi spazi d’aria, perché vi farà sbriciolare le barrette al taglio. Io mi sono aiutata facendola comprimere contro i bordi della teglia e con un tarocco ho pressato i lati “liberi”.

granolabarsimpasto2.jpg

  • Infornate a 180° (preriscaldato) per 30/40 minuti. Vi consiglio comunque di controllarli quando iniziate a sentire profumo di mandorle e cocco tostati, perché è molto facile che brucino.
  • Sfornate e lasciare raffreddare completamente prima di tagliare le barrette, perché altrimenti si sbricioleranno (indovinate a chi è successo?).
  • Una volta tagliate potete metterle in un contenitore a chiusura ermetica o in un barattolo di vetro e si conserveranno per almeno una settimana.

granolabarscoccomandorla2.jpg

Dimenticavo di dirvi, ma credo l’abbiate notato da soli, che sono completamente senza glutine e senza lattosio e adatte anche per chi segue un’alimentazione vegana. Spero che queste barrette aiutino anche voi a darvi la carica per fare un po’ di attività fisica e ricordate che anche le merende sane possono essere sfiziose 😉

Annunci

8 risposte a "Granola Bars al Cocco e Mandorle"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.