Lievitati · Merenda

Cream Bun: Panini Dolci ripieni di Crema (Cotti in Padella!)

creambuncopertina

Prima di passare alla ricetta ci tenevo tanto a scusarmi per essere stata un po’ assente in questo periodo. L’anno nuovo ha portato un po’ di cambiamenti e ho deciso di riprendere dei capitoli che avevo lasciato in sospeso (si spera per riuscire a concluderli), ma a cui ho dovuto dedicare del tempo che purtroppo ho sottratto qui. Per un po’ avrò degli alti e bassi di questo tipo, ma cercherò di farmi perdonare con una ricetta veramente simpatica e golosa.

In realtà è stata scoperta dal mio ragazzo che che facendo “zapping” su youtube si è ritrovato in un canale coreano di dolci e non appena ha visto questo video ha iniziato a pregarmi in tutte le lingue per farseli preparare. La videoricetta mostra come preparare dei panini dolci farciti di crema pasticcera e cotti…in padella! Era la prima volta in assoluto che vedevo cuocere dei lievitati in questo modo e la cosa mi ha subito incuriosita. Non è una ricetta complicata, ma come per tutti i lievitati richiede un po’ di tempo per la preparazione. Allora prima cominciamo prima i nostri panini dolci saranno pronti!


Ingredienti per 12 panini:

 Per impasto:
300gr di Farina Manitoba
80gr di Farina 00
60gr di Zucchero
2 Uova
25gr di lievito madre essiccato*
60ml d’acqua tiepida
100ml di latte tiepido
40gr di Burro Ammorbidito
5gr di sale

Per la Crema Pasticcera:
250ml di Latte
3 Tuorli d’Uovo
Mezza Bacca di Vaniglia
75gr di Zucchero Semolato
18gr di Maizena

*Io preferisco il lievito madre essiccato al lievito di birra perché, nonostante sia presente una parte di esso come starter,  la lievitazione è leggermente più lenta e si sente decisamente meno il sapore, che a me non piace proprio. Potete comunque sostituirlo con 5 gr di lievito di birra secco o 17gr di quello fresco (che dovrete sciogliere nell’acqua)


Iniziamo preparando l’impasto. Io l’ho fatto con l’aiuto della planetaria, ma se non l’avete potete farlo a mano seguendo lo stesso ordine degli ingredienti, impiegherete solo un po’ più di tempo.

Prima di tutto unite le due farine setacciate con il lievito secco e lo zucchero. Utilizzando il gancio a foglia mischiate insieme gli ingredienti per qualche secondo. Al centro formate la fontana e versatevi le uova e il latte tiepido. Fate ripartire la macchina a media velocità e versate a filo l’acqua in modo da poter controllare se è necessario usarne leggermente meno (in realtà io l’ho usata tutta, ma a volte l’assorbenza della farina cambia anche solo a seconda della marca). Quando anche gli ingredienti liquidi sono stati assorbiti, ma l’impasto risulta ancora grumoso, potete aggiungere il sale (non fatelo prima perché potreste compromettere la lievitazione). Cambiate il gancio, utilizzando quello per gli impasti duri e fate ripartire la macchina. Nel frattempo tagliate a cubetti il burro, che deve essere molto morbido, e uno alla volta fateli cadere nella ciotola. Quando vedete che un cubetto viene assorbito aggiungetene un altro e così via. A questo punto dovete lasciare lavorare l’impasto per un po’, in modo che diventi liscio e si “incordi” sul gancio. Alla fine dovrete ottenere un palla morbida, liscia e per niente appiccicosa.

creambunimpasto.jpg

Mettetela in una ciotola coperta con la pellicola e lasciatela lievitare in un luogo tiepido e lontano da spifferi (ad esempio dentro al forno con la luce accesa). Deve raddoppiare di volume e ci vorrà almeno un’ora.

Ehi? Dove state andando? Non potete ancora lanciarvi sul divano! Dobbiamo preparare la Crema Pasticcera!  Cliccate sull’immagine qui sotto e seguite il procedimento.

cremapasticcera

Visto che è stato velocissimo preparare la crema? Mentre questa si raffredda e l’impasto continua a lievitare potete approfittarne per pulire la postazione, gli attrezzi, le ciotole…..va bene rilanciatevi sul divano…

Trascorsa almeno un’ora, l’impasto dovrebbe essere raddoppiato di volume. A questo punto mettetelo su un piano di lavoro leggermente infarinato e stendetelo con un mattarello cercando di mantenere una forma rotonda. Con l’aiuto di un tarocco o di un coltello, dividetelo in quattro e per ogni sezione ricavatene tre spicchi più o meno della stessa grandezza e spessore.

Dobbiamo dare un po’ di forza ai nostri panini. Cercherò di spiegarvi nel modo più semplice possible come faccio io, se no potete comunque seguire il metodo utilizzato nel video.  Arrotolate lo spicchio su se stesso partendo dalla punta e poi pinzate gli angoli verso il centro formando una specie di fagottino. Infine poggiatelo con l’apertura sul piano e con l’aiuto di una mano fatelo rotolare facendo una leggere pressione. Ripetete con le altre porzioni di impasto. In questo modo otterrete 12 palline lisce. Copritele con la pellicola e lasciatele riposare per 15 minuti.

creambunimpasto2.jpg

Prendete una pallina alla volta e appiattitela con il mattarello formando un cerchio non troppo sottile. Nel centro metteteci una cucchiaiata di crema e poi chiudetelo, avendo cura di sigillare bene i bordi pizzicandoli. Otterrete una specie di raviolone. Ora dovranno riposare ancora coperti con la pellicola e lontano dagli spifferi per 50 minuti (così avrete tempo di vedere qualche altra puntata della vostra serie tv preferita…a meno che non si tratti di Downtown Abbey).

creambunimpasto3.jpg

I vostri panini saranno raddoppiati di volume e ora sono pronti per essere cotti. Mettete sulla fiamma una padella antiaderente e lasciatela scaldare (non è necessario ungerla). Ora disponete i vostri panini, la mia padella è abbastanza larga per cuocerne 4 alla volta, ma anche su quelle più piccole almeno due dovrebbero starci. Copriteli con il coperchio e lasciate cuocere a fiamma media. Vi consiglio di usare il primo come prova per regolarvi sui i tempi di cottura, ma io li ho lasciati circa 3 minuti per lato. Dovranno prendere un colore marroncino simile a quello dei pancakes cotti. Lasciateli raffreddare per evitare l’effetto esplosione lavica al primo morso. Potete conservarli per un paio di giorni in frigorifero chiusi in un contenitore per alimenti, ricordandovi di lasciarli una decina di minuti a temperatura ambiente prima di servirli.

creambun2.jpg

Con questi panini non ho deluso le aspettative del mio ragazzo, che ad ogni morso gli si illuminavano gli occhi. Vi lascio immaginare quando è arrivato alla farcitura! Sono entrati nella classifica dei suoi dolci preferiti e quindi “assolutamente da rifare“(cit.).

Credo siano una ricetta perfetta anche per chi ha dei bambini, infatti per l’ora della merenda sono fantastici e di certo molto meglio di merendine confezionate. Naturalmente potete sostituire la crema pasticcera con della crema spalmabile alla nocciola o con della marmellata. Spero di essere riuscita a spiegarvi al meglio tutti i passaggi e vi assicuro che è una ricetta che conserverete, perché una volta provati ne vorrete subito degli altri.

creambun3.jpg

5 pensieri riguardo “Cream Bun: Panini Dolci ripieni di Crema (Cotti in Padella!)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.